WRITING SKILL

La scrittura in inglese

Per la maggior parte delle volte e per una grandissima percentuale di studenti della lingua inglese, la finalità dell’intraprendere gli studi di questa lingua, rimane uno ed uno soltanto: saper parlare.

E come dare loro torto, dopotutto ogni lingua è comunicazione. Si dimentica però spesso che la comunicazione non è solo parlata ma può essere anche scritta.


La verità è però che per cimentarsi a parlare in inglese non ci vogliono poi così tanti requisiti: bisogna essere particolarmente spigliati, sicuri di sé e pronti a mettersi in gioco senza alcuna paura.
Ovviamente ci vorrà un anche minima conoscenza della grammatica e contare con l’appoggio di certo numero di vocaboli. Poi laddove ci saranno delle “lacune” grammaticali o di vocabolario, ecco qua che le mani, le gesta verranno in nostro soccorso dando origine al famosissimo inglese maccheronico. Se si parla di scrittura però le cose cambiano.


Ma scrivere in inglese non è come parlare?

La maggior parte delle persone sono convinte che la cosa più importante nell’imparare una lingua straniera sia quella di raggiungere quella condizione privilegiata del saperci parlare e che una volta ottenuto questo risultato, tutto il resto venga un po’ da sé, writing compreso.

Se anche tu sei di quella opinione, mi dispiace deluderti, ma per scrivere ci vuole molto di più che un po’ di coraggio e qualche nozione di teoria alla base. Se ci pensi, l’arte di scrivere bene richiede già una certa capacità e pratica quando lo si fa nella propria lingua madre, quindi perché dovrebbe essere diverso con la lingua inglese?

Ci sono una serie di abilità di conoscenza che sono richiesti per poter scrivere in inglese. Fortunatamente però ci sono delle tecniche da adottare, delle buone abitudini da mettere in atto per. Migliorare le proprie writing skills.

A questo proposito ho preparato per te un opuscolo di 16 pagine in formato PDF da poter scaricare nella quale spiego dettagliatamente quali che siano le ragioni che fanno di questa skill una tra quelle più difficili da affrontare e, cosa più importante, come superare gli ostacoli e migliorare la propria scrittura.


Come averlo?

Per fare tua una copia di questa guida l’unico requisito richiesto è quello di essere iscritto nella mia newsletter. Nulla di più! ヅ

Sulla sidebar nella HOMEPAGE del mio sito troverai il MODULO DI ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER. Dovrai solo inserirci il tuo nome ed una tua email ed il gioco sarà fatto! Ti arriverà una email di ringraziamento per la tua iscrizione dalla quale potrai scarica il file contenente questo utilissimo opuscolo.



Quasi dimenticavo!

Non finisce mica tutto qui! Se ti iscriverai sul mio sito, potrai scaricare inoltre gli opuscoli che parlano delle altre skills in inglese: LISTENING ACTIVITY IN ENGLISH, READING ACTIVITY IN ENGLISH e SPEAKING ACTIVITY IN ENGLISH direttamente dagli articoli a loro dedicati nell’AREA RISERVATA.



Per non parlare del regalo di benvenuto a questa community!!! Un’agenda nata per sodisfare le esigenze di chi studia inglese, The English AGENDA 1.0+, una vera e propria guida per lo studio della lingua inglese contenente tante spiegazioni, tips & tricks e tante schede per monitorare i tuoi progressi da ogni punto di vista. Credimi, è un valido alleato durante l’apprendimento dell’inglese.




Compila il MODULO D’ISCRIZIONE AL SITO, nella sidebar della HOMEPAGE anche esso, oppure quello che trovi sulla pagina REGISTRATI, la procedura che seguirà la conosci già. Conferma ed aspetta l’arrivo di una seconda email, questa ti darà il benvenuto tra noi!  Qui troverai l’indirizzamento alla pagina che contiene questo regalo di benvenuto spettacolare!

Ah, le iscrizioni non sono irreversibili, se lo riterrai opportuno potrai abbandonare sia la newsletter che questa community, tuttavia perderei in contenuti e regali. Your choice!


Pubblicato da corsiling

Marcela Mingrone, argentina di Buenos Aires, ufficialmente è una insegnante d'inglese ed ufficiosamente una traduttrice. Nata e vissuta nel suo paese nativo per i suoi primi anni di vita, si trasferisce in Italia, paese che tuttora l'accoglie e che lei ha fatto casa sua. dopo i suoi studi sulla lingua inglese. e durante il suo percorso come insegnante, prova sulla propria pelle cosa vuol dire imparare ed insegnare con metodi tradizionali, sinonimo, nella maggior parte dei casi, di corsi noiosi e perfino austeri, ottenendo come risultato apprendimenti faticosi ed inefficaci. È così che nasce una tecnica di insegnamento tutta sua. Portando la sua esperienza come allieva e la sua capacità come insegnante, si dedica ad educare. grandi e piccini, servendosi del divertimento, tuttavia senza tralasciare l'importanza e la qualità dei contenuti. Consapevole di non poter insegnare la lingua inglese come lo farebbe un nativo anglosassone, la sua tecnica si focalizza su tutte quelle difficoltà che un italiano deve affrontare quando si affaccia all'apprendimento di questa lingua, capendo ed anticipando quelli che possono essere gli ostacoli durante lo studio, e proprio perché affrontate da lei stessa nel proprio percorso formativo.